Carissimi pellegrini,
con grande gioia abbiamo accolto la possibilità di riprendere a celebrare “a porte aperte”, e quindi inizia la “stagione del Santuario”! Certo, la situazione è ancora assolutamente delicata, per questo riprendiamo ma con assoluta attenzione e rispetto delle indicazioni che ci sono state date, per evitare che il nostro ritrovarci a pregare intorno a Maria diventi fonte di pericolo, sia per voi pellegrini che per chi presta il proprio servizio al Santuario.

Innanzitutto, vorremmo ricordarvi che attualmente è ancora prevista la dispensa dal precetto festivo per motivi di età e salute quindi continueremo a trasmettere alcune celebrazioni tramite il canale audio mixlr.com/cornabusa.

Nel Santuario potranno assistere alla celebrazione 130 persone contemporaneamente. Abbiamo predisposto, all’esterno, altoparlanti (come nei giorni della festa) per ampliare la possibilità di sentire la celebrazione anche a chi non trovasse posto. Ricordiamo che l’obbligo del mantenimento della distanza fra le persone vale anche all’esterno!




Orario delle celebrazioni

da lunedì a venerdì
ore 16:00
sabato
ore 16:30
domenica
ore 8:30 – 11:00 – 16:00 e 17.30




Accesso alle celebrazioni

È consentito entrare in Santuario mezz’ora prima di ogni celebrazione, rispettando la distanza di sicurezza pari ad almeno 1,5 mt

Prendere posto solo dove indicato da un contrassegno o dove è posizionata una sedia. Saranno presenti spazi riservati per i diversamente abili

È obbligatorio l’uso di mascherina che copra naso e bocca e l’igienizzazione delle mani con l’apposito gel fornito all’ingresso delle chiese

Non è consentito accedere alle celebrazioni in caso di sintomi influenzali /respiratori o in presenza di temperatura corporea pari o superiore a 37,5 C. Inoltre, non è consentito l’accesso a coloro che sono stati in contatto con persone positive a Covid-19 nei giorni precedenti

Massima attenzione nell’evitare di creare assembramenti in tutta l’area del Santuario, prima e dopo le celebrazioni




Durante le celebrazioni

Non saranno presenti sussidi per i canti

Verrà omesso lo scambio della pace

La comunione verrà distribuita solo sulle mani. Noi sacerdoti igienizzeremo accuratamente le mani e indosseremo guanti monouso e mascherina. Passeremo all’esterno dei banchi: chi desidera ricevere la comunione, rimane in piedi. Chi non riceve la comunione si siede.

Durante la celebrazione, saranno presenti dei volontari che ci aiuteranno nella gestione logistica e a prender posto partendo dalle prime file libere: vi chiediamo di attenervi scrupolosamente alle loro indicazioni. Gli stessi volontari ci aiuteranno nell’assicurare che tutti gli ambienti siano regolarmente igienizzati al termine di ogni celebrazione.


Siamo consci della situazione particolarmente delicata ma cercheremo di avere grande cura per la dignità di tutte le celebrazioni. L’esperienza delle prime domeniche della ripresa e la vostra preziosa collaborazione ci aiuterà, con spirito di sapienza e discernimento, ad una definizione più precisa di luoghi e tempi delle celebrazioni per aiutare la partecipazione di tutti, tenendo anche conto di una necessaria flessibilità visto l’avvicinarsi della stagione estiva e l’evoluzione della normativa in materia.